diciamocelochiaro/1

Scusate, ma La Repubblica ce l’ha con noi?

No perchè non molto tempo fa Rifondazione vantava di deputati, senatori, di un Ministro e di un Presidente della Camera. Com’ è che in soli quattro mesi ridiventiamo i soliti rossi comunisti brutti sporchi cattivi estremisti e amici dei terroristi? Mi assale un sospetto: sarà che vogliono aiutarci in prospettiva delle elezioni europee 2009? La Repubblica in primis? Quando si dice che con amici così non abbiamo bisogno di nemici! Anche in Germania l’avanzata della sinistra radicale fa andare in tilt l’unione cristiano-sociale bavarese che denuncia che la Link “amoreggia sul piano mondiale con i terroristi”.

I sondaggi dicono che la nostra sinistra radicale riacquista gradimento, e chissà, visto che a questa tornata elettorale europea il Pd non reciterà la litania del voto utile, potrebbe esserci speranza di ripresa. Fermo restando che si abbassi la soglia di sbarramento. Certo un buon risultato di una coalizione elettorale di forze comuniste anticapitaliste e di classe, sarebbe un segnale di vita, di rinascita e di speranza per il futuro.

D I C I A M O C E L O C H I A R O

quest’ipotesi rompe le uova nel paniere di molti e manda in delirio tutti. Siamo una zavorra, un’impiccio, un fruncolo fastidioso, una zanzara che ronza nell’orecchio, la solita spina nel fianco del sistema. Ci devono per forza annientare. E useranno qualsiasi mezzo. Da mesi è in atto una vera crociata contro di noi. Non so come andrà a finire, so solo una cosa, che faranno di tutto per farci sparire anche dal panorama politico-istituzionale europeo.Su Walter forza, si può fare? Anzi ri-fare?

Yes, you can!

20 Risposte to “diciamocelochiaro/1”

  1. Mia cara compagna fino a quando avremo come dirigenti degli stronzi egoisti che pensano a se stessi ,l’unità della sinistra rimarrà una chimera. A questa gentaglia non interessa niente che il 15% del Paese non è rappresentato in parlamento, a loro interessa solo che ci siano i loro culi ad occupare quelle poltrone. Il giorno in cui li butteremo a mare sarà sempre troppo tardi. Con affetto e scusa lo sfogo da un comunista senza chiesa

  2. Volevo rispondere al commento di Ulisse prima di dire qualcosa sul post. Io non credo nella verve poltronara dei nostri dirigenti. Parliamoci seriamente. Avere un partito unico dal 15% significherebbe più poltrone per tutti. Divisi invece, c’è il rischio di non vedere più una poltrona per il resto dei nostri giorni.
    Io sono uno di quelli contrari ad ogni unità (comunista, socialdemocratica, ecc…). Credo in un progetto politico che è quello di Rifondazione Comunista. Quando vi ho aderito nel 2002 non fu un caso. La scelta era già ampia. Oggi vorrebbero negare quella scelta che feci. Io, molto semplicemente, non ci sto. Preferisco non avere più una poltrona ma continuare ad avere un mio progetto coerente.

    Venendo al post. In molti chiaramente (soprattutto i nostri tanti elettori che votarono PD) oggi si stanno pentendo della loro scelta. Del resto non c’è argomento della destra che non sia largamente condiviso dal PD. Se ci si butta su Di Pietro vuol dire che c’è disperazione.
    Ma noi dobbiamo recuperare quel progetto coerente che avevamo fino a qualche tempo fa. Solo così possiamo riproporci come alternativa vera a questo dominio bipartisan. Oggi ne abbiamo tutte le possibilità. Lo sanno e ci vogliono far fuori definitivamente. Non ci riusciranno se sapremo ricominciare a fare il nostro lavoro. Il modello economico da loro seguito è in crisi e la via d’uscita non è al suo interno. Dobbiamo offrire l’alternativa. Se lo facciamo per loro sarà durissima. E noi torneremo a crescere, come abbiamo fatto già in altri Paesi (io preferisco citare l’Olanda del “pomodoro” piuttosto che la Germania, la sento più vicina come percorso dell’agire).
    Andrea

  3. […] PRC e Linke sono accusate di sostenere il terrorismo internazionale, lo apprendo da Maria Rubini, il PRC è accusato di rapporti con le FARC-EP, la Linke con PKK,Hamas ed Hezbollah , dovevamo […]

  4. io ho sentito un’intervista dove si diceva che RC aveva si contatti, ma per cercare il dialogo anche nelle situazioni più disparate….
    poi… tornando al post…. credo che abbia fatto più danni walter alla sinistra che non il pagliaccesco governo che ci ritroviamo……

  5. @Ulisse: Sfogati pure, non ti preoccupare. Dopo lo tzunami parlametare è il minimo che si possa fare. Non concordo però con la tua idea di unione delle sinistre. Non in riguardo alla poltrona, perchè teoricamente sarebbe auspicabile, ma in pratica è che la sinistra non è un’astrazione, è composta di uomini con facce, nomi e trascorsi che difficilmente si possono concilare in toto. Un unione sarebbe un ulteriore tentativo di cartello elettorale come lo fu l’ Arcobaleno, e l’elettore percepirebbe il vuoto sostanziale (come di fatto è avvenuto ad aprile). Io credo che le sinistre debbano unirsi in un progetto comune che lasci però loro la propria autonomia rappresentativa in fatto di identità. Con un po’ di buona volontà sarebbe questo il percorso auspicabile.
    Sfogati pure quando vuoi, sei il benvenuto, è importante lo sfogo per poi affilare le armi e combattere però, perchè fermarsi solo ad infierire sui cadaveri non serve più a nulla, caro Ulisse.
    Un abbraccio

    @Andrea: ho citato la Link perchè il 28 settembre la Link alle elezioni regionali bavaresi potrebbe ottenere un ottimo risultato, così riportano i sondaggi. Huber (segretario dell’ Csu-unione sociale bavarese) ha affermato esplicitamente che se necesserio condurranno una crociata politica contro la Link per bloccare la sua avanzata ed evitare che entri nel parlamento bavarese. I sondaggi vedono in discesa di dieci punti il Csu e in fortissima ascesa la Link.
    Un saluto e un abbraccio

    @Rageagainstheworld: ha ragione Ferrero, siamo al ridicolo. A parte il fatto che da questo computer delle meraviglie è da marzo che escono indiscrezioni totalmente inattendibili e senza riscontri nei confronti di chi è nemico del presidente Uribe. Tra l’altro il vicepresidente della Colombia Francisco Santos è guarda caso stato giornalista del Il Tiempo e attuale socio. E Ramon si pure chiede “come mai” il governo colombiano non si accerta prima di mandare in stampa dossier. Della Repubblica è meglio non parlarne, ormai… comunque davvero, nell’articolo si parla di finanziamento di 1000 euro e poi di 400. E questo sarebbe un finanziamnto? Davvero i giornalisti non si rendono conto che cadono nel ridicolo. Mah!
    Un abbraccio

    @Mancio: esatto, è questa la verità. Questo è quello che Rifondazione ha sempre fatto. Anche Casini l’ha dichiarato «Posso personalmente testimoniare un impegno politico e parlamentare dell’ onorevole Ramon Mantovani per favorire il processo di pace in Colombia. Durante il mio mandato di presidente della Camera, e anche successivamente come presidente dell’ Unione Interparlamentare, ho più volte ricevuto Mantovani, impegnato a favorire un disgelo tra il governo Uribe e le Farc, con cui aveva intrattenuto rapporti politici. Ho ritenuto doveroso rendere questa testimonianza perché tutto mi divide politicamente da lui, ma gli devo riconoscere onestà intellettuale e trasparenza politica».
    E accusa anche lui Il Tiempo.
    Walter ha fatto molti danni alla sinistra e continua farne. E non comprende che i frutti li raccoglierà la destra e non il Pd. Purtroppo.
    Ciao e un abbraccio

  6. Ciao Maria,

    ho scoperto oggi il tuo blog 🙂

    veniamo all’argomento del tuo post:
    che il PRC e tutta la sinistra non parlamentare sia soggetto ad un attacco è evidente, che venga dal principale giornale del PD non mi sorprende, ricordati che il PRC è l’unica anomalia del nuovo sistema politico che si sta configurando in Italia, non ci siamo voluti “normalizzare”.
    La “Repubblica” pretende di dettare legge nella sinistra italiana, è stata una loro idea il PD era una loro idea farci scomparire e noi abbiamo “osato” non seguire la loro strategia.

    un abbraccio
    Laura

  7. Ciao Laura, benritrovata!
    E’ una gioia risentirti. S’ha da lavorare parecchio Laura, proprio parecchio, lo sai meglio di me. Per questo ho aperto questo blog. Informazione informazione informazione. Ma corretta. E non solo nel nostro fortino, è importante uscire fuori e raggiungere più gente possibile. Internet è l’unico luogo dove possiamo lavorare. L’informazione, o per meglio dire la dis-informazione, imperversa e ci lascia fuori dal gioco. La partita si gioca al di fuori dei mezzi di comunicazione canonici.
    Benvenuta nel campo da gioco fuori dalla gabbia (che vedo è stata appena riaperta)

    😉

    un abbraccio fortissimissimo!

  8. Sono sconcertato. Credo che Rifondazione abbia tenuto rapporti con le FARC solo per favorire la liberazione della Betancourt. Altrimenti non avrebbe senso.

  9. un compagno di Roma Says:

    Maria ma sei tu quella della foto?
    Scusa per il commento sessista, ma sei proprio carina!
    Bella idea quella di fare il tuo blog.
    Per il resto, è evidente l’intenzionalità politica dietro l’attacco di Repubblica. Poiché il Pd è in piena crisi e i suoi elettori si stanno cominciando a rompere le balle di questa loro leadership insignificante spunta il caveat: non vi guardate attorno che quelli che non stanno con il PD sono tutti brutti, sporchi e cattivi….
    Repubblica ha perso nell’ultimo anno 100000 copie…….

  10. @Zading: siamo sconcertati anche noi per come ci dipingono da un po’ di mesi a questa parte. Non sarà facile “ripulirci” davanti all’opinione pubblica dopo queste sparate mediatiche. E poi ci si lamenta dell’avanzata spaventosa della destra violenta razzista e xenofoba in questo paese.
    Un saluto

    @Compagno di Romaaaaaaaaaa!!! 🙂
    Finalmente! Dopo tanto a far da sentinelle, ci possiamo prendere un po’ di meritato riposo, no? Almeno in quel senso.
    Sì, quella nelle foto sono io, ma non ti fare ingannare. Son foto di sette anni fa però ho voluto usare queste perchè mi ricordano un periodo particolare della mia vita… una sorta di porta fortuna, ecco.
    Son d’accordo che Repubblica deve lavorare, però la sinistra è plurale, non è solo Rifondazione. Questi non ci stanno dando un attimo di respiro. A partire da come hanno dipinto Ferrero appena eletto (oh, il giorno dopo nemmeno un ‘intervista al nuovo segretario, solo dichiarazioni della vecchia maggioranza e di esponenti del Pd che dipingevano Ferrero come un settario demproletario anni ’60) a finire alle accuse di sostegno ai terroristi. E questa è la seconda. Si dice che non c’è il due senza il tre, no? speriamo di no, và…

    un grande abbraccio e un hasta siempre!

  11. Quando parlo di Unità della Sinistra non mi riferisco all’obbrobrio dell’ultima campagna elettorale ma all’Unità delle forze comuniste a partire da Rifondazione e dai comunisti italiani. Se poi la Sinistra democratica di Fava e Mussi intende aderire si potrebbe aprire una discussione. E’ velleitario pensare che Rifondazione da sola possa rappresentare l’universo della Sinistra, nessuna forza ha oggi questa capacità. I tempi sono cambiati e bisogna avere la capacità di intercettare il voto giovanile, e non solo, sapendo che i bisogni sono diversi da quelli di venti ma anche di dieci o cinque anni fa. La Sinistra del terzo millenio non può essere quella della dittatura del proletariato o della statalizzazione dei mezzi di produzione. Bisogna sporcarsi con i bisogni consumistici di oggi se no possiamo anche starcene a casa. Bisogna inventarsi la terza via, quella mai trovato da Berlinguer… ciao

  12. Comprendo quello che vuoi dire e sarebbe auspicabile, purtroppo non è fattibile e vincente per via dei motivi di cui dicevo sopra. Fermo restando che in quanto all’Unione dei comunisti al congresso di Rifondazione la dialettica interna è stata molto forte, bisogna comunque prima capire cosa si intende per “comunismo” oggi, che non è certo quello della dittatura del proletariato. Una organizzazione politica COMUNISTA, per essere espressione reale dei bisogni delle masse sfruttate (perchè è questa la finalità di una tale forza), che non venga risucchiata costantemente nella mediazione e nel compromesso politico deve crescere e mutare i rapporti di forza reali esistenti nella società e non attraverso una presunta forza di veto, esclusivamente numerica dei propri parlamentari. Prediligere tali scelte comporta, inevitabilmente, uno svilimento e una mancanza di chiari punti classisti. E’ questo uno dei motivi per cui i lavoratori in genere (non parlo solo di operai perchè il mondo del lavoro oggi ha varie declinazioni), dicevo, è per questo che votano Lega e Berlusconi e non più un partito di sinistra. Non si sentono più rappresentati. I rapporti di forza necessari per il mutamento e miglioramento delle condizioni di lavoro si costruiscono nelle battaglie sociali e sindacali e non nelle mediazioni governative.
    Questo è il nucleo di ciò che chiamiamo COMUNISMO, cioè la sua identità. Purtroppo le scelte governiste hanno fatto nascere scissioni all’interno di Rifondazione, ed è difficile ricucire queste fratture sia all’interno che con l’elettorato tradito. Sono d’accordo con te che diventa poi una questione di “poltrone”, ma questa purtroppo è la realtà. Io a livello identitario, pur rispettando i Comunisti italiani, me ne sento distante per questi motivi.
    Rifondazione è il partito nato allo scioglimento del Pci ed è in quel progetto, maturato poi nel tempo, in cui credo ancora.
    Concordo con il tuo discorso su Fava e Mussi (anche se chi mi conosce sa che a solo nominarlo mi vien l’orticaria 🙂 ma questo discorso va proposto anche ai comunisti italiani. Allora sì, possiamo parlare di unità della sinistra. Anche io come Andrea credo nel progetto di Rifondazione che non è nata per governare ma per essere presente nei conflitti sociali e raccogliere le istanze di chi è in difficoltà, a partire dal mondo del lavoro a finire ai movimenti.
    Un abbraccio

  13. Allora siamo su yet another blog?!?… Che confusione 🙂 … Hasta pronto compagneros…

  14. No. Sei su scherzi a parte.

    🙂

    Ben ritrovato Mario! Piaciuta la sorpresa? Avrei potuto avvisarvi privatamente, ma non ho voluto. Essennò avremmo iniziato a parlare tra di noi e chi s’è visto s’è visto. Invece no. Fuori dal fortino con un linguaggio e una comunicazione comprensibile. Ok?
    felice di ritrovarti anche qui.
    un grande abbraccio e forza che ne vedremo delle belle

    hasta pronto compagneros… 😉

  15. un compagno di Roma Says:

    una cosa, Maria, hai parlato di sondaggi più favorevoli. A che dati ti riferisci, ho fatto un pò di ricerche e non ho trovato niente?

  16. un compagno di Roma Says:

    punto interrogativo fuori posto, scusa

  17. un compagno di Roma Says:

    speriamo che fra un pò smettano di far domande che contemplino come opzione possible di voto la sinistra arcobalenica…

  18. quoto il compagno di Roma…

    a proposito ma al festa nazionale?
    io non sentito niente, sarebbe un grande errore non farla.
    Laura

  19. Sì, ma il sondaggio non poteva farsi altrimenti. La domanda era “chi avresti votato ieri col senno di poi?” E’ inquietante come la percentuale della Casa delle Libertà sale, nonostante tutto, e il Pd perde vertiginosamente. Certo la sinistra radicale riacquista, ed è l’unica nota positiva, direi. Ma si sapeva. Demonizzare la sinistra significa spostare l’asse a destra. Walter dovrebbe saperlo bene

    Anche io penso che la Festa Nazionale debba farsi e per molteplici motivi. Parlo della Festa di Liberazione, festa di Rifondazione. Lo dico per chi non lo sapesse. Questo non è un blog di partito e gli accessi arrivano dalle parti più disparate. (Ne approfitto per ringraziare tutti. In pochissimi giorni di attività del blog il rank è già 8/50). Il primo motivo per cui spero si faccia è per dare un segnale al Paese, una sorta di urlo della serie: “esistiamo. non siamo morti!” visto anche la trstezza della Festa Democratica che ha sostituito la Festa dell’Unità. Non me ne vogliano i piddìni, ma io sono cresciuta nelle Feste dell’Unità, in mezzo alle bandiere rosse e alle salsicce. Oggi assistere allo sventolio di bandiere bianche e verdi mi manda in depressione. Altro motivo per cui farla è tutto interno al nostro Partito. Sarebbe un chiaro segnale di unità.
    Ci auguriamo che Ferrero chiami la segreteria al più presto e che si riesca ad organizzare l’evento.

    un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: