Archivio per settembre 25, 2008

Ce n’è bisogno come il pane. Rifondazione il 27 Settembre in piazza a Torino con CGIL

Posted in Politica, Rifondazione, Società with tags , , on settembre 25, 2008 by Maria Rubini
COSTRUIAMO L’OPPOSIZIONEhttps://i1.wp.com/home.rifondazione.it/xisttest/images/logo-cgil-06.gif
CONTRO GOVERNO E CONFINDUSTRIA
•   In una situazione di salari e pensioni tra i più bassi d’Europa,  prezzi e tariffe che salgono in maniera insostenibile

•    In una situazione in cui i dati sul mercato del lavoro ci parlano di una crescita del lavoro precario e senza qualità
•    In una situazione di pesante insufficienza dei servizi sociali e del sistema di welfare che si scarica sulla condizione di vita e di lavoro delle donne, con tassi di occupazione, livelli salariali, carichi di lavoro di cura insostenibili;
•    In una situazione di crisi del liberismo che produce recessione e collassi finanziari;

Il Governo Berlusconi e Confindustria hanno sviluppato un attacco durissimo e complessivo ai diritti del lavoro e sociali, alla scuola, alla democrazia:

•    Salari e pensioni perderanno ulteriore potere d’acquisto per lo scarto tra inflazione programmata e inflazione reale come per la mancata restituzione del fiscal drag. La precarietà del lavoro è esaltata dai provvedimenti assunti, le politiche del governo acuiscono la crisi economica;
•    L’attacco ai servizi sociali, alla sanità, ai lavori pubblici peggiorerà ulteriormente la qualità della vita di donne e uomini;
•    L’attacco all’istituzione pubblica persegue l’obiettivo di una scuola dell’esclusione, che esalta le disuguaglianze, fra logiche neoautoritarie e volontà di privatizzazione;
•    L’attacco al contratto collettivo nazionale vuole rompere ogni legame di solidarietà tra i lavoratori, impoveriti, e dividerli. Governo e Confindustria vogliono cambiare la natura del sindacato, trasformarlo da soggetto di organizzazione dei lavoratori in gestore subalterno e complice delle imprese. Un esito che si vuole anticipare con la vicenda Alitalia;

E’ un disegno organico di una società sempre più disuguale, gerarchica, autoritaria.

La mobilitazione indetta oggi dalla Cgil è un appuntamento importante.

Rifondazione Comunista ne condivide le ragioni e vi aderisce.

C’è bisogno di opposizione.

Di una piattaforma alternativa. Di lavorare alla costruzione dello sciopero generale.
C’è bisogno di difendere il contratto nazionale, di forti aumenti salariali, della reintroduzione di un meccanismo automatico di indicizzazione di salari e pensioni. Contro la legge 30 e la legislazione precarizzante, per il salario sociale e un nuovo welfare. Per la difesa e il rilancio della scuola pubblica.
Per nuovi diritti di cittadinanza. Le politiche della destra aumentano la sofferenza e vogliono distruggere la possibilità di organizzazione collettiva dei lavoratori e del conflitto. Aumentano l’insicurezza sociale e costruiscono il capro espiatorio, adottando misure incivili e razziste.

Sul sito della CGIL tutte le informazioni in continuo aggiornamento sulla giornata di lotta e mobilitazione di sabato 27 settembre in 150 piazze d’Italia. Sul sito troverete le piazze che si mobiliteranno.