7 novembre – Lenin 100 anni

Una scritta lunga 600 metri, con “caratteri” formati da alberi alti 80 metri, che recita:

“Lenin 100 anni”


è visibile dallo spazio e dai satelliti spia americani.
L’omaggio al leader della rivoluzione si trova nella foresta di Zverinogolovskoye, a sud-ovest della Siberia, vicino al confine con il Kazakistan.

L’insurrezione prende il via la sera del 6 novembre (24 ottobre del calendario giuliano in uso al tempo): la sera vengono occupate prima tutte le tipografie; la notte del giorno dopo 7 novembre (25 ottobre) i punti più importanti di Pietrogrado: poste, telegrafi, stazioni ferroviarie, banche, ministeri.

Il governo provvisorio praticamente cessa di esistere senza alcuna resistenza. Kerensky fugge verso il fronte e gli altri ministri si rinchiudono nel Palazzo d’Inverno, che verrà attaccato alle 21.45 e definitivamente conquistato alle 2 del mattino dopo (8 novembre/26 ottobre).

La sera del 7 novembre, si riunisce il Secondo Congresso dei Soviet, ed è a questo organo che i bolscevichi consegnano il potere appena conquistato. Quella notte la discussione prosegue senza sosta ed alle due del mattino dell’8 novembre, mentre si arrendono le ultime sacche di resistenza nel Palazzo d’Inverno, viene decretato il passaggio del potere ai soviet. Come primo atto il congresso rivolge a operai soldati e contadini un proclama in cui afferma che il governo sovietico, in via di creazione, avrebbe offerto ai tedeschi la pace immediata ed avrebbe consegnato la terra ai contadini.

Nei giorni che seguono, mentre la rivoluzione si diffonde e si scontra con i primi tentativi di resistenza, viene organizzato il primo governo sovietico che prende il nome di Soviet dei commissari del popolo. Alla presidenza va Lenin, Trotsky agli Esteri, gli altri incarichi vanno ad altri membri del partito bolscevico, tra cui Stalin al quale viene affidata la commissione per le questioni delle nazionalità. Il 15 novembre il governo sovietico subisce un rimpasto in seguito all’ingresso dei socialrivoluzionari di sinistra, con Kolegaev che diviene commissario del popolo per l’Agricoltura.

15 Risposte to “7 novembre – Lenin 100 anni”

  1. ciao Maria,
    ho scritto su quell’ ‘altro’ blog
    se avessi tempo di commentare..
    buona giornata!

  2. Io penso che ricordare questa data sia importante, anche per quelli che non condividono questo ideale.
    Non si può non ricordare la rivincita della classe più debole, degli ultimi, dei diseredati, sui più forti! Poi se non è andata come uno sperava, questa è un’altra storia.

    Un abbraccio.

  3. Ottima iniziativa Maria.Tra l’altro trovare le opere di Lenin,alcune molto attuali,non è facile.I compagni di Lotta Comunista di recente hanno finalmente rilevato dagli editori riuniti le opere complete di Lenin circa 45 volumi mi pare vendano l’intera opera a 900 euro ma forse si possono rateizzare.
    Il partito a nessun livello possiede opere complete di MARX e Lenin,anzi non possiede non dico una casa editrice ma nemmeno una biblioteca,solo in qualche circolo vi sono libri da poter prendere in prestito.

  4. Tra l’altro…. Oggi ricorre il 129° anniversario della nascita di Trotsky….

    “D’un tratto la guerra ci rivela che procediamo ancora a quattro zampe e che non siamo ancora usciti dal grembo dell’era barbarica della nostra storia.”

  5. Brava Maria, anniversario importante.
    Chissà che i vendoliani festeggiano l’anniversario.
    Io dico di no, anzi, se ne vanno via.ò Finalmente!
    mauspezz

  6. Maurì,
    certo che ogni scusa è buona per nominare sti vendoliani.
    Basta no? 🙂

    Epurandosi un partito si rafforza, disse Lenin.

  7. Epurandosi un partito si rafforza, disse Lenin…

    e non aggiungiamo altro
    chi vuol capire capisca

    🙂

    un abbraccio a tutti

  8. aahh! ora capisco un po’ di più, sono lenta.. acc…
    però.. mmhh.. shhh 🙂

  9. segnalo su Dazebao l’intervista a Pegolo sulle elezioni abruzzesi
    (ultimo mio commento per oggi giuro 🙂
    ciao

  10. Furono gli uomini semplici a fare l’Ottobre. Non i leccaculo di FI o PD et similia. L’alba della storia, disse Hegel della riv. giacobina. Idem.

  11. Non è mia abitudine intervenire in discussioni che riguardano un partito che non è il mio, mi permetto solo di evidenziare che la convergenza della mozione unica Vendola/Bellillo, sta arrivando all’unità organica, proponendo di fatto un a sorta di Bolognina ex- post che mi pare vergognosa.
    Ho visto che il documento preparatorio:”Costruire la sinistra, il tempo è adesso” che è sottoscritto anche persone per bene, probabilmente per convinzione e perché sono stati aggirati dai marpioni di cui sopra, ciò non mi solleva per niente. C’è domandarsi il perché alcune/i sentono il bisogno di tale prospettiva, dare per esaurito lo spazio e l’aggibilità dei comunisti e ripercorrere un sentiero magari più di “sinistra” di quello che ha percorso il PDS-DS-PD, vuole dire dare per scontato che l’idea di cambiamento non posa essere praticabile, che la classi subalterne devano rimanere tali, senza possibilità reale d’incidere nella politica nazionale.
    Ma quale spazio ci può essere a sinitra del PD senza una radicalità di merito e metodo che solo il marxismo ci può indicare?
    Senza dubbio ne vedremo delle belle, ma sta anche a noi, alla nostra intelligenza e coerenza non dare il destro a quanti stanno già “cantando il de profundis” del comunismo.
    Capisco che le compatibilità sono complesse, in politica però, i tempi hanno la loro importanza.
    Personalmente non mi basta un’area identitaria, che comunque di questi tempi non è da buttare, ma chiedo, nel mio piccolo s’intende, una vera svolta che metta in cima alle priorità il mondo della produzione materiale ed intellettuale e coniughi il paradigma capitale-lavoro con l’uomo-ambiente.
    Non mi illudo, la convergenza Vendola/Bellillo/Fava/Cento, troverà consensi, avrà un adeguato sostegno mediatico, sarà caldeggiata da quella parte del PD che ha interesse a collegarsi con loro. Si delineano ancora tempi difficili, per questo occorre essere all’altezza delle sfide che ci aspettano.

  12. O.T. se vieni da me potrai leggere che “ho detto a berlusconi” di chiudere quella dannata fogna che si ritrova al post della bocca!

  13. Lenin è sempre il mio punto di riferimento intellettuale.
    Credo che il suo sviluppo della dottrina marxista sia l’unica via da seguire per chi lotta per la libertà e per la propria autodeterminazione.
    Purtroppo in Italia come in Europa la sua dottrina è messa da una parte e dimenticata. Meno male che esistono i compagni Curdi del PKK con cui parlare di marxismo-leninismo.
    Andrea

  14. Un tipo serio Says:

    Ciao Maria,
    bella l’ho messa sul desktop!

  15. Ciao tutt*,

    cercavo qui un post e questo credo sia il più adatto… per proporre all’attenzione di tutt* l’interessantisismo e ottimo PROGRAMMA DELLA SINISTRA EUROPEA per le elezioni europee del giugno 2009, approvato e presentato nei giorni scorsi a Berlino. È qui http://www.european-left.org/english/news/electoral_platform , per il momento solo in inglese però presto anche in altre lingue: è un programma molto di sinistra, comunista, anticapitalista, che finalmente dice bene le cose come stanno e come si devono dire. Mi piacerebbe che tutt* lo leggessimo con attenzione e ne discutessimo, e soprattutto ci dessimo da fare per diffonderlo al massimo, perchè è un’ottima bussola e una vera e propria arma politica e sociale. A questo programma i media dominanti non daranno spazio, perchè è forte e pericoloso per i loro interessi – non come la “vittoria” in un “reality” omologato e funzionalissimo al potere – quindi siamo noi che dobbiamo cercarcelo e prendercelo, lo spazio!

    Saluti comunisti,

    Mario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: