Ma Fidel sta bene o no? ‘nzze capisce…

Fidel Castro sta bene e assicura che neanche la sua morte deve influire sull’azione di governo cubano. Nel giorno in cui, dopo due mesi di assenza, la sua foto torna a fare il giro del mondo con Cristina Fernàndez, il lider maximo chiede che la sua eventuale morte non condizioni i dirigenti del partito e non “influisca” sulle decisioni del governo. Quindi ribadisce di voler assumere un ruolo defilato rispetto al governo guidato dal fratello, Raul.

Ora, per non smentire il detto che la curiosità è donna, posso chiedere ai miei assidui visitatori da Cuba se sono in grado chiarirci questa questione? E anche agli assidui visitatori di Miami lo chiedo, và!

Fidel sta bene o no? no perchè veramente ‘nzze capisce…

L’undicesimo presidente degli Stati Uniti

Lo scorso martedì 20 gennaio 2009, Barack Obama ha assunto il comando dell’impero, undicesimo presidente degli Stati Uniti dal trionfo della Rivoluzione Cubana nel gennaio del 1959.
Nessuno può dubitare della sincerità delle sue parole quando afferma che trasformerà il suo paese in un modello di libertà, rispetto dei diritti umani nel mondo e dell’indipendenza degli altri popoli. Senza che questo, ovviamente, offenda qualcuno, tranne i misantropi di qualsiasi angolo del pianeta. Ha già tranquillamente affermato che il carcere e le torture nella Base illegale di  Guantánamo cesseranno immediatamente, cosa che incomincia a seminare dei dubbi tra coloro che professano il culto del terrore come strumento irrinunciabile della politica estera del suo paese.
Il viso intelligente e nobile del primo presidente negro degli Stati Uniti, oltre due secoli dalla loro fondazione come repubblica indipendente, si era auto-trasformato, ispirato da Abraham Lincoln e Martyn Luther King, fino a convertirsi nel simbolo vivente del sogno americano.
Tuttavia, nonostante tutte le prove sostenute, Obama non è passato per la principale. Che cosa farà a breve quando l’immenso potere che ha preso nelle sue mani sarà assolutamente inutile per superare le insolubili contraddizioni antagonistiche del sistema?
Ho ridotto le Riflessioni come mi ero proposto quest’anno per non interferire, né disturbare i compagni del Partito e dello Stato nelle costanti decisioni che devono prendere di fronte alle oggettive difficoltà derivate dalla crisi economica mondiale. Io sto bene, però insisto, nessuno di loro deve sentirsi compromesso dalle mie eventuali Riflessioni, dalla mia gravità o dalla mia morte.
Controllo i discorsi ed il materiale da me elaborati da oltre mezzo secolo.
Ho avuto il raro privilegio d’osservare i fatti per tanto tempo. Ricevo informazioni e medito con calma sui fatti. Mi aspetto di non godere di tale privilegio tra quattro anni, quando il primo periodo presidenziale di Obama sarà concluso.
Fidel Castro Ruz
22 gennaio 2009
6 e 30 p.m.

19 Risposte to “Ma Fidel sta bene o no? ‘nzze capisce…”

  1. Potremmo andare a Cuba per accertarcene di persona…

  2. Mah,io la butto lì…probabilmente Fidel ha semplicemente un tumore come milioni di persone.
    E’ una malattia cronica con la quale si può benisimo convivere per anni,certo che alla sua età è comunque molto debilitante,se poi ci metti il colpo psicologico,doveva ritirarsi per forza…congetture,ciao.

  3. Senza frequentare né Cuba né Miami so che Fidel ha 83 anni e senz’altro è gravato dai problemi di quell’età, oltre il tumore con il quale convive. Non è poco.
    Lunga vita al compagno Fidel! di vero cuore; ma non mi ossessiono per la sua salute. Piuttosto, sono attento alla situazione politica cubana.

  4. Quì a Cuba il silenzio prolungato di Fidel ha dato adito a convinzioni secondo le quali il suo stato di salute si fosse aggravato. Ma come dice lui stesso ed ha confermato Cristina Fernandez, in realtà sta bene, relativamente all’età ed alla grave malattia che lo ha colpito e che Segni di tempesta ha descritto benissimo. Ovviamente mi unisco a Gavino nell’augurare lunga vita al Comandante en Jefe, ma la gravità della malattia e l’età sono lì a testimoniare quello che lui stesso dice in conclusione alla sua reflexion.
    Un saluto a tutti dall’Isla che non si arrende.
    Ps. quando anche in Italia avremo una sinistra unita e forte capace di invertire il declino sociale, politico e sopratutto morale del nostro disgraziato Paese?

  5. Grazie Elio per aver risposto al mio appello…. almeno tu 😉

    Ovviamente condivido le vostre riflessioni e il vostro augurio.
    Riguardo il tuo ps. la domanda è da un milione di dollari.

    Un grande abbraccio a te e all’Isola che resiste!

  6. mirco pereira Says:

    Del suo suo stato di salute, c’è il piu’ assoluto riserbo. La cosa sicura è che non piu’ tardi di 15 giorni fa era caduto in uno stato comatoso, superato brillantemente. Devo smentire categoricamente che il leader abbia contratto un cancro. La sua malattia è la vecchiaia, con qualche aggravamento di lucidita’( si dice alzheimer, comunque chiacchere nulla di sicuro). La cosa che vi posso dire è che in questo momento è un uomo anziano, che sta cercando di passare gli ultimi momenti della sua vita, ragionando in libertà, senza vincoli legati alla conduzione dello stato.
    La cosa molto interessante invece è l’ accelerazione nei rapporti tra stati latino americani, cosa inimaginabile solo un anno fa. Prevedo grandi cambiamenti, sociali ed economici di questa parte di continente.
    Chi sa che non si arrivi ad un circolarità di merci e persone, tra alcuni stati, arrivando in un prossimo futuro, anche ad una moneta unica, per ora solo caraibica. Sono sicuro che il Comandante cercherà di rimanere a questo mondo, fino al raggiungimento di questi importanti obbiettivi.
    Un fraterno saluto Mirco Pereira

  7. Ringrazio anche te Mirco per aver risposto al mio appello da Cuba.
    Quindi la notizia del coma era vera.

    Anch’io penso che Fidel stia cercando di passare gli ultimi momenti della sua vita ragionando in libertà. Traspare dalle ultime sue riflessioni.
    E questo lo rende ancor più grande di quanto già lo è stato e lo sia.
    Vedremo, vedremo quello che succederà con l’insediamento di Obama. Il nostro augurio è che il Comandante possa avere la gioia di veder eliminato quell’embargo che ha piegato l’Isola per cinquant’anni. Spero che fino a quel momento non ci abbandoni. Credo meriti di vivere l’avvenimento più di ogni altro.

    Un fraterno saluto anche a te e all’Isola che resiste.

  8. Il suo esempio, la sua politica a Cuba e fuori, stanno camminando, ormai, anche senza di lui, che altro può aspirare un uomo politico del livello di Fidel?

    La Paz, 26 gen. – (Adnkronos/Dpa) – E’ stata approvata con il 60 per cento dei voti la nuova Costituzione boliviana voluta dal presidente ‘indio’ Evo Morales. “Oggi il 25 gennaio 2009 si rifonda una nuova Bolivia che offre pari opportunita’ a tutti i boliviani e si chiude lo stato coloniale” ha detto il presidente parlando alla folla che si e’ riunita nel centro di La Paz per festeggiare l’approvazione della nuova costituzione che aumenta il controllo statale sull’economia, l’influenza delle 36 ‘nazioni indigene” sulla politica boliviana e permettera’ a Morales di candidarsi ad un secondo mandato.

  9. spero per cuba che finisca presto l’influenza che ha esercitato questo individuo.spero che non si replichi mai piu una simile “dittatura fraintesa”.
    come c’era in prima pagina sul granma alla morte di reagan…”MORTO UN UOMO CHE NON DOVEVA MAI NASCERE”….spero che sul TIMES di new york,dopo che per primo gli ha dato popolarita internazionale,ci sia lo stesso titolo.suggerisco al TIMES di stampare il lungo elenco di morti annegati,torturati, imprigionati e fucilati,esiliati coatti e cosi’via.
    2 milioni di cubani all’estero, ci sono i dati e studi che lo confermano,migliaia i morti e dispersi anche qui ci sono addirittura i nomi,dal ’59 a aoggi.
    è ora di approfondire seriamente la situazione cubana,è ora Maria e co.che vi facciate un bel giro con umilta’e ripetto in quella meravigliosa terra.
    viva cuba via castro
    PURO

  10. Puro, è ora che tutto quello che tu proponi lo si faccia anche altrove e non solo a Cuba. Allora andiamo d’accordo. Non ultimo il paese in cui vivi.
    E te lo dico per certo perchè so chi sei e da dove scrivi.

    Vergognati ogni tanto Cavallini. Non sempre. Ogni tanto.

  11. No Maria,so’ chi è Cavallini ma non sono io ,credimi.
    non concentrarti sui nomi ma sui contenuti,accetta quello che si testimonia
    anche quello che non vorresti sentire.
    PURO

  12. Lascia perdere i i contenuti per favore!!!! L’odio che provi per Cuba, CHE SI E’ LIBERATA DALL’OPPRESSIONE IMPERIALISTA ed è invidiata per questo da tutte le persone di buon senso, faresti bene a dirigerlo verso i veri oppressori dell’umanità. i criminali veri che hanno ridotto il pianeta ad un inferno per i loro scopi di dominio. Chissà se il Times parlerà mai di loro invece di fare vili propagande contro il popolo che per primo si è liberato dall’inferno imperialista ripudiando il capitalismo, la peggior forma di dominio dell’uomo sull’uomo. E ne vediamo i risultati, violenza, razzismo, morte, fame, distruzioni, uso violento della giustizia contro gli umili per tutelare i crimini dei veri delinquenti. Se ci fosse una giustizia vera tutti i Presidenti USA sarebbero condannati a recclusione eterna, o meglio a pena di morte, quella che loro infliggono a tanti innocenti.
    Cavallini o no, siete uguali, stesso stile, stesso odio, stesso servilismo all’impero. Stesso ripugnante lavoro di denigrazione vile e vergognoso.
    Mala gente!!!!!!!

  13. Sono d’accordo con te sull’oppressione dei potenti verso l’umanita’,io intanto ne ho individuato uno,anzi piu di uno,i Castro.
    Magari sapessi scrivere come Cavallini,pero vi posso segnalare un libro
    Cuba,la rivoluzione:mito o realta?Di Carlos Franqui.baldini castoldi dalai ed.
    Viva Cuba via Castro
    Puro

  14. Puro, faresti meglio a chiamarti schiavo, schiavo dei pregiudizi.
    Se la metti così tu cita pure Carlos Franqui, se vuoi io ti cito qualche milione di testi che esaltano i Castro e la Revoluciòn cubana….
    Ma perchè tanto odio verso chi ha speso la vita intera per liberare il proprio ed altri popoli dalla schiavitù dell’imperialismo e dalla sottomissine al capatile oppressivo e criminale? L’odio di cui sei portatore non offuscherà mai la Revoluciòn, anzi la nobilita. Leggiti piuttosto qualche libro sui crimini dell’imperialismo, quelli sono veri anche se taciuti e non propagandati falsamente come l’odio che pervade il tuo essere. L’odio imbarbarisce le coscenza, offusca le menti e rende gli esseri umani schiavi e servili verso i potenti fino a diventarne il loro braccio armato.
    Con questo chiudo questa inutile discussione, l’odio oltre che cieco è pure sordo.
    Adios schiavo dei pregiudizi.

  15. mirco pereira Says:

    Vedi, puro le cose che dici possono essere anche vere, ma purtroppo devi ricordare che Cuba, è un paese in guerra, assediato per anni da vicini un po’ piu’ potenti, della grande isola. Si è dovuta difendere, certo magari qualche volta in maniera maldestra, ma diciamo in linea agli attacchi ricevuti. Dal 1991, la isla, ha subito attacchi economici, terroristici,è stata lasciata isolata con il resto del mondo; credimi anni duri, difficili. Ci si è dovuti inventare una nuova economia, stando attenti a non finire sotto un dominio Chinese o di altri. Grazie ad avenimenti, importanti in questi ultimi anni nel latino america, questa situazione sta passando.Molto probabilmente, gli ecessi che tu parli, che non nascondo che in parte possono esserci stati, veranno stigmatizati dal governo cubano, e si potra capire anche le motivazioni per il bene dello stato.
    Fraterni saluti Mirco.
    p.s. Scusami Elio, invece di agredire sempre cerca di essere in linea con dettami odierni del partito. Grazie.

  16. Mirco!!!!!!! Vedi di giudicare con maggior serenità, vedrai che il sottoscritto non ha mai aggredito nessuno, semplicemente risponde alle aggressioni altrui, cosa che dovrebbero fare tutte le persone intellettualmente oneste, difendere chi è aggredito è un DOVERE!!!!!
    Vedi, c’è la stessa differenza che esiste tra Cuba ed Usa, questi aggrediscono, massacrano, affamano, ecc., Cuba difende la sua libertà ed aiuta gli altri popoli a fare altrettando. Con medici, insegnanti ecc. Armi di ISTRUZIONE di massa al posto delle armi di DISTRUZIONE di massa….
    In poche parole io faccio quello che fa Cuba, lo stesso che tu hai appena sostenuto. So del tuo astio nei miei confronti, ma questo non ti da il diritto di cambiare le carte in tavola e confondere chi aggredisce con chi si oppone. E mi spiace, ma io non sono mai stato in linea con nessun partito, cerco di essere in linea con me stesso e con la realtà che mi circonda e che molti, troppi, vogliono descriverla diversa di come è.
    Ciao.

  17. Anche il tuo si chiama odio,verso chi conosce il caso,e sopratutto non la pensa come te. Io esercito un elementare diritto,l’opinione.
    Se Cuba si prodiga per altri popoli è per interesse non per gratuita’,e sai benessimo anche che per cubani fare una missione all’estero è una manna economica non indiffrente,ossia un interesse che non si puo rifiutare!!Gli Usa non sono da meno,e se dovessi scegliere il padrone sceglierei gli Usa con tutti i soi difetti,che Castro (che non rappresente piu gia’da tempo i cubani) e il suo delirante socialismo.Dunque io difendo Cuba e i cubani che conosco bene,se poi tu dici che sei piu illumunato di tutti bene,è una tua opinione.Io mi tengo la mia.
    Viva Cuba via Castro!
    Puro

  18. Puro abbiamo capito.
    Ciao!

  19. Puro, che tu sia per le armi di DISTRUZIONE e contro le armi di ISTRUZIONE non c’era bisogno che lo ribadissi, l’avevamo capito tutti.
    Auguri….
    P.s potresti arruolarti nei marines per la prossima invasione…. Attento però, sembra che malgrado abbiano messo in atto un potentissimo programma per porre fine ai casi di suicidio tra i soldati Usa, il numere di quelli che non ce la fanno a sopportarsi quando si rendono conto di quale “democrazia stiano esportanti, sia in continuo aumento. Sarebbe triste perdere i tuoi interventi tanto colti e carichi di sensibile umanesimo….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: