Domani sarò in piazza con tutto il Prc davanti al Quirinale e a Montecitorio contro riforma legge elettorale

Contro il realizzarsi del vergognoso accordo parlamentare in corso maggioranza e opposizione e reso possibile solo grazie al consenso di PD e IdV – che alza lo sbarramento per le elezioni europee al 4% puntando ad escludere dal Parlamento europeo innanzitutto forze politiche come Rifondazione comunista e di fatto tutta la sinistra – domani parteciperò, con una folta delegazione del mio partito, presente ai massimi livelli, ai presidi di protesta che abbiamo organizzato come Prc sotto le sedi istituzionali del Quirinale e della Camera dei Deputati.

A Roma le proteste sotto le sedi istituzionali prevederanno per martedì 3 febbraio alle ore 12 un presidio sotto il Quirinale per
chiedere l’intervento del Presidente Napolitano a tutela del pluralismo democratico; proseguiranno poi dalle ore 14.00 davanti alla
Camera dei Deputati in occasione della ripresa della discussione in Aula della modifica alla legge elettorale. Contestualmente i nostri ex-parlamentari porteranno la protesta anche dentro la sede della Camera dei Deputati, e cioè
dentro Montecitorio. In entrambi i casi chiediamo agli organi d’informazione di offrire la giusta e necessaria copertura a questa nostra protesta contro una legge anti-democratica e liberticida in nome della libertà e del pluralismo d’informazione.

Paolo Ferrero

Sulla riforma della legge elettorale faremo una denuncia alla Corte Costituzionale

ROMA, 02.02.09 — Paolo Ferrero, questa legge è la fine di Rifondazione?
«Intanto faremo una denuncia alla Corte Costituzionale. Il ricorso sarà basato sul fatto che la legge verrà approvata in corso d’opera, ovvero quando sono già scattati i sei mesi che l’attuale normativa assegna ai partiti per la raccolta delle firme; ci auguriamo che la Corte si esprima in tempo utile prima dell’apertura delle urne. Poi, ho sempre la speranza che ci sia un ripensamento da parte del Pd e di Di Pietro, ma comunque, come dicono le madri di Plaza De Majo, la lotta che non si combatte è l’unica che si può davvero perdere. Dunque, si combatte».
Vi taglieranno anche i rimborsi elettorali per sopravvivere.
«E’ giusto spiegare alle persone che i soldi che Pd e Pdl tolgono ai piccoli non viene risparmiato dai cittadini, ma se lo mettono in tasca partiti grossi, come quelli composti per lo più da notabili, come Forza Italia, che all’interno non hanno un briciolo di aggregazione»

Lei ha detto: Veltroni vuole ucciderci per qualche voto in più.
«Non solo. Il punto politico che sta alla base di questo accordo è che un leader debolissimo come è Veltroni si fa sostenere da Berlusconi in cambio di un’opposizione finta. E questa è una truffa per chi ha votato il Pd, perchè Veltroni non fa opposizione vera, sta solo tentando di guadagnare qualche voto in più perchè il Pd è in caduta libera e la sua poltrona scricchiola. Non sono sta tentando di uccidere tutta la sinistra, ma sta lavorando anche contro la Cgil e si mostra filo Confindustria. Nella logica dell’autosufficienza del Pd vediamo solo la conseguenza tragica di lasciare l’Italia al governo della destra per i prossimi 300 anni. Ma facendo questi patti scellerati, il Pd si garantisce i posti e le briciole»

Dicono nel Pd che senza lo sbarramento si mandavano in Europa eletti non rappresentativi.
«E’ falso. La verità è che con lo sbarramento saranno eletti solo parlamentari che andranno a far parte di gruppi europei che sostengono la commissione di Strasburgo. In pratica, tutti andranno a governare ( gli eletti di Casini si troveranno nella stressa aggregazione di quelli di Berlusconi) e nessuno farà opposizione, visto che in Europa l’opposizione è rappresentata in maniera forte dalla Sinistra Europea di cui noi facciamo parte»

La legge sarà approvata martedì. Ha pensato al dopo?
«Ci sto già lavorando, ma intanto si rifletta sul comportamento di Veltroni»

Intervista al Segretario del Prc Paolo Ferrero
di Elena G. Polidori

10 Risposte to “Domani sarò in piazza con tutto il Prc davanti al Quirinale e a Montecitorio contro riforma legge elettorale”

  1. Sinceramente non mi piace il manifesto fatto con la faccia di Veltroni. Dovremmo attaccare anche e soprattutto Di Pietro che nel silenzio generale intanto voterà la riforma…
    E’ lui il nemico che ci sta sfilando i voti… ed è un nemico anche disonesto… perché a differenza di Veltroni che ha se non altro il merito di fare le cose alla luce del sole, lui non si sporca le mani, ma di questa porcata e inciucio è parte fondamentale…

  2. Compagni,
    accettiamo la sfida apriamo le nostre liste a tutti i comunisti e lavoriamo per raggiungere il risultato………..senza piangerci troppo addosso!!!

  3. il PD è un concentrato di STERCO. Ho appena appreso la notizia del voto favorevole del PD alla legge elettorale con sbarramento al 4%.

    Grazie Veltroni!

  4. PRC_Morimondo Says:

    Se non riuscite ad arrivare al 4% è perchè siete dei falliti. Che cazzo piagnucolate ora???
    Maria Rubini, sei la Brambilla di Rifondazione

  5. E chi l’ha detto che non riusciamo ad arrivare al 4%?
    Chi l’ha deciso?
    Tu e gli altri che piagnucolano?
    Credi si arrivi al 4% aggregando tutte i frammenti della sinistra? >Credi che l’elettorato in questo modo risponda positivamente?
    Io ho convinzioni diverse dalle tue e da quelli che piagnucolano perchè non sono riusciti nell’intento della dissoluzione del PRC.
    Permetti?
    Posso?
    Poi alla Brambilla preferisco la Belen.
    Ciao

  6. mirco pereira Says:

    Scusate se mi intrometto, le cose le conosco per spizzichi e bocconi; quindi poco. Ma se fino a 3 anni fa si sfiorava 8%, come è possibile non arrivare al 4%. Se si parte perdenti è difficile poi avere risultati. Promesso che vi voto, se si puo dall’ estero,per le europee. Forza e coraggio ho imparato che nulla è impossibile e i presupposti ci sono tutti.
    Fraterni saluti Mirco Pereira

  7. PRC_Morimondo Says:

    Beh, ci credo che preferiresti la Belen, ma tu non sei la Belen di Rifo, sei la Michela Brambilla di Rifo.
    Ribadisco, SE non arrivate. E chi piagnucola mi sembra proprio Ferrero e tutta rifondazione che si lamenta che è cattivo che li lascia fuori con una brutto e cattivo sbarramento.
    Liste uniche e unitarie, e via. Unica soluzione. E non allo sbarramento, ma al dissolversi di tutto.

  8. Caro Mirco, grazie per l’appoggio esterno.
    Purtroppo veniamo fuori da una scissione proprio perche Rifondazione ha resistito a chi voleva dissolvere il suo progetto politico, e oggi appena usciti questi propongono, come vedi, le liste unitarie. Come dire, escono dalla porta e rientrano dalla finestra. Come se già non avessero fatto abbastanza danno a questo partito, come facevi ben notare tu, dall’ 8% sono riusciti a portarci fuori dal Parlamento.
    Io non sono per i tavoli di trattativa e per i cartelli elettorali, che hanno dimostrato il fallimento della sinistra. Il lavoro è duro, è grande, ma si deve fare. La lezione di Belem qui non serve a molto, caro Mirco.
    Ed è un grande problema. Molto grande.
    Un abbraccio a te fino a Cuba, Mirco.

  9. Suerte; Marîa.
    Recuerda que ser consecuente es uno de los mayores actos de honestidad y coraje y es en las êpocas dîficiles cuando los seres humanos exponen su verdadera identidad.
    Un abrazo fraterno y sincero.

  10. Grazie Pedro, ti voglio bene.
    Anche a te un abbraccio fraterno e sincero.
    A te e al tuo Cile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: