Se la morte non è stata naturale, vale la pena di chiedere: la sua vita è stata naturale?

Se la morte non è stata naturale, vale la pena di chiedere: la sua vita è stata naturale? Non violare la volontà di Dio è mantenere la respirazione?

Lo stesso giorno della morte di Eluana è morto dal freddo un barbone a Milano. Molti sono già morti dall’inizio della stagione invernale. Ma i parlamentari non hanno gridato “assassino!” a nessuno. Non abbiamo avuto il piacere di ascoltare alcun commento nè da parte del Sindaco di Milano e nè del Papa, né il governo ha proposto di distribuire coperte per i senzatetto. Nè  abbiamo assistito ad alcuna manifestazione di cattolici integralisti come quella che ha presieduto l’ingresso davanti all’ ospedale dove vi era ricoverata Eluana.

Inoltre Eluana è morta alle 20.10 di sera e il principale canale di Mediaset  della famiglia Berlusconi, respinge la proposta di un editore per modificare la programmazione,  continuando così a trasmettere i “reality show” come al solito.

Se questa non è una dimostrazione di stupidità assoluta, ipocrisia e malafede ditemi voi cos’è.

9 Risposte to “Se la morte non è stata naturale, vale la pena di chiedere: la sua vita è stata naturale?”

  1. Prima di tutto Eluano è morta nel 1992.
    Secondo la tv,in generale fa schifo.

  2. Se Dio da e Dio toglie la vita, è giusto mantenere in vita una persona artificialmente contro la volontà di Dio?
    Io chiederei questo a tutti questi perbenisti che hanno speculato su questa vicenda.
    Eluana sarebbe sopravvissuta senza l’aiuto delle macchine? Neanche un secondo. Perché allora possiamo indurre la vita ma non la morte?

  3. (Chioso che, ammesso e non concesso che si sia trattato di una morte indotta, argomentare che ci sono tante altre morti indotte che non provocano lo stesso scalpore non è particolarmente sagace, dato che due torti non hanno mai fatto una ragione. Ugualmente la linea difensiva di Craxi fu quella che mica rubava solo lui, ma rubavano in tanti.)

    Sono convinto che nel caso di Eluana non si trattava di alimentazione, ma di cure palliative che non influivano minimamente sulla patologia, e che quindi fosse diritto dei suoi familiari, ai sensi dell’art. 32 della Costituzione, decidere se fosse il caso di avvalersi di quel determinato trattamento sanitario.

    I teologi morali vaticani si contraddicono sulla questione della naturalità della cura. In realtà nessuna cura (forse se escludiamo l’uovo sbattuto che rinforza) è naturale. Ingeriamo prodotti di sintesi che hanno un rapporto tra la dose terapeutica e la dose dannosa o addirittura letale che va valutato di volta in volta con attenzione. Concordo con te che morire sia naturale, mentre per sopravvivere usiamo continui artifici.

    Quando hanno sdoganato quella stupidaggine del metodo Billings che uno vedeva il colore delle secrezioni vaginali e capiva i giorni fecondi, argomentavano che invece la pillola influiva sugli equilibri ormonali e quindi non era “naturale”. Entrambi (con efficacia diversa) erano metodi di controllo delle nascite. Nessuno ha mai capito se i vaticani sono contrari al controllo delle nascite oppure alle pasticche che possono fare male al pancino.

    Concludo osservando come in questo pontificato ci siano state decine di prese di posizione contro gli scienziati che si credono onnipotenti, dipingendoli come dei frankenstein. In questo caso però ecco l’eccezione: è obbligatorio affidarsi a frankenstein anche se non hai fiducia nella terapia alla quale ti sta sottoponendo.

    E poi dicono che siamo noi che siamo in preda al “relativismo morale”! Piuttosto sono loro che predicano un “assolutismo immorale” e se nessuno li capisce si vestono di autorità.

  4. Antonella Says:

    Il Vaticano, con i suoi lacché-sgranatori di rosari a comando, e per opportunismo, ammette l’intervento della scienza un giorno si (in difesa di quella esistenza vegetativa che chiama vita) e l’altro no, quando si tratta di intervenire nella decisione privata di due persone che decidono di diventare genitori ed avvalersi di tecniche di fecondazione “non naturale”.

    Il paese degli ayatollah è sempre più vicino a quest’italietta di ipocriti guardoni. Che persino in momenti drammatici come la morte di Eluana Englaro, non hanno fatto mancare lo share al programma- emblema della sottocultura di rincoglionimento di massa.
    Giorni fa su questo blog leggevo l’intervento di un compagno che vive a Cuba e che può guardare programmi televisivi senza quella cortina di imbecillità semi-pornografica che caratterizza la televisione italiana.
    La chiamerei igiene mentale.
    Le due volte che sono stata a Cuba non mi è sembrato vero di poter camminare per le strade senza quella marea di cartelloni-immondizia con cui i venditori del niente contaminano persino i quattro passi che vorremmo fare in santissima pace, senza essere spiati da quelle facce gaudenti del “volemose bene”.

  5. Un link, per inorridire.
    A calci in culo, altrochè…
    http://www.papanews.it/dettaglio_approfondimenti.asp?IdNews=11671

    Il Papa ha detto che la Vita non è “un bene disponibile”.
    La sua, senz’altro.
    Ma mia è disponibilissima, per me.
    Punto.

  6. Non voglio esprimermi con parolacce, ma non posso non constatare che mi hanno fatto vomitare tutti i perbenisti di casa nostra, ad iniziare da quel prete tedesco che fa ingerenze negli interessi di uno stato estero, dettandone la linea politica a questo governo di fascisti e razzisti. Un prete che non ha figli né famiglia che pontifica sui figli e la famiglia. Per non dire di tutte quelle merde che si sono tanto inorriditi, davanti all'”assassinio” (Quagliarella o come minchi si chiama), per poi mandare carriarmati in Afganistan, Iraq ad assassinare bambini incolpevoli, o che hanno assistito da spettatori davanti al massacro dei bambini palestinesi. Che votano leggi contro gli immigrati, che chiedono di fare delazione contro gli ammalati, che schedano i barboni, che autorizzano le ronde padane, ecc. ecc.
    Solo una cosa: MA VAFFANCULO.
    maurizio spezzano
    (mi firmo per intero giusto per farmi identificare da questo governo di merda)

  7. L’Italia si dimostra per quelloc he è, ed è sempre stata, un Paese a maggioranza fascista. Finita la propulsione seguita alla guerra di Liberazione ed alle grandi lotte operaie di fine anni 60 e anni 70, si è ritornati alla “normalità”. Con l’aiuto dei dirigenti ex-sinistra si sono buttati al macero anni di lotte che avevano fatto sperare che la cultura progressista si radicasse soppiantanto il pensiero fascista dominante. Grazie “compagni” dirigenti. Un VAFFANCULO sopratutto a loro che hanno tradito le speranze di chi li ha sostenuti, sono loro i veri responsabili, i fascisti non fanno altro che la loro politica.

  8. Se dovesse capitare ai vostri figli o a vostra madre,se dipendesse da voi,
    quanto tempo deve passare per staccare la spina?
    Puro

  9. A te l’hanno staccata appena sei nato e non sei più riuscito a connettere il cervello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: