Le magliette di moda nell’esercito israeliano: “Meglio ammazzarli da piccoli”

La denuncia scioccante viene dal quotidiano israeliano Haaretz. Ai soldati israeliani piace andare in giro con magliette che superano i classici simbolismi del militarismo per addentrarsi nella guerra del futuro, quella asimmetrica nella quale il protagonista è il cecchino onnipotente con la testa vuota che ammazza civili, meglio se donne e bambini. E questo si riflette nella moda, nell’abbigliamento dei soldati di Tsahal. Sembra vadano a ruba le magliette con disegni di bambini presi nel mirino, oppure madri piangenti sulle tombe dei figli oppure t-shirt come quella nella foto che mostra una donna palestinese incinta e lo slogan: “con un tiro due piccioni”. Tutte le scritte sono per “uomini veri”, notevole per un esercito che fa dell’integrazione delle ragazze motivo d’immagine. I riferimenti sessuali, perfino allo stupro, sono continui come sono continui quelli alla maternità “piangeranno, piangeranno”. A una maglietta che mostra un bimbo ammazzato si accompagna un “era meglio se usavano il preservativo”. A quella con un bambino palestinese nel mirino si accompagna un “non importa quando si comincia, dobbiamo farla finita con loro” che suona in italiano come “meglio ammazzarli da piccoli”. Leggi tutto il reportage di Haaretz e conserva questo link per la prossima volta che ti diranno che i palestinesi educano i figli alla cultura dell’odio.

http://www.haaretz.com/hasen/spages/1072466.html

Gennaro Carotenuto

12 Risposte to “Le magliette di moda nell’esercito israeliano: “Meglio ammazzarli da piccoli””

  1. Antonella Says:

    Cosa si può dire? Che l’esercito israeliano somiglia sempre di più alle squadre fasciste del ventennio mussoliniano. Sarà per questo che le comunità ebraiche nel mondo apprezzano molto Berlusconi?

  2. Questo inneggiare all’odio, alla violenza è scandaloso. Sabato scorso abbiamo avuto un incontro sulla Palestina: drammatiche le testimonianze e le foto dei soldati israeliani che pregano, tranquilli, sopra i loro carri armati.

  3. riccardo Says:

    Avete mai parlato con un israeliano? Avete mai sentito le loro storie? Sapete con quale angoscia vivono costantemente, circondati da paesi che hanno, nelle parole dei loro leader, la volontà costante di cancellare il loro paese dalla faccia della terra? Se avessero armi sufficientemente potenti, secondo voi paesi come l’Iran non le userebbero per sterminare il popolo israeliano?
    Ciò detto, è chiaro che l’incitamento alla violenza fine a sè stessa e verso i bambini in paritcolare è riprovevole. Sono sicuro, però, che la maggioranza degli israeliani non condivida quelle magliette.
    Prima di parlare, è forse meglio pensare anche al contesto in cui le cose nascono.
    Troppo comodo sparare sentenze al sicuro, dall’Italia..

  4. Soprendersi? E perché.
    Sappiamo benissimo tutti cosa accade da quelle parti.
    Mi viene in mente una frase di Einstein quando dice che ai militari e coloro che adorano marciare dietro una musichetta il cervello non serve e che sarebbe bastato il midollo spinale.
    Andrea

  5. Riccardo, secondo te quelli che non sono al sicuro sono gli israeliani? Chi ha occupato le terre di chi, mandando via i legittimi proprietari reclamando la “terra promessa”? Chi non contento li ha cacciati anche nei territori dove sono stati deportati? Chi fa le guerre preventive, stile democrazia USA?
    L’unico che spara sentenze idiote sei tu, forse faresti bene a rendertene conto. Eviteresti di scambiare vittime e carnefici.

  6. Riccardo Says:

    Lo Stato di Israele è stato voluto dalla comunità internazionale e non occupato militarmente. Il tutto è stato giustificato da un certo genocidio avvenuto tempo addietro..ricordi o forse la storia non la conosci..
    Non ho giudicato le idee altrui, ma ho solo suggerito un’opinione.
    L’incapacità di moderare i termini forse deriva dalla pochezza delle proprie idee.
    I problemi di quella terra saranno di difficile soluzione proprio perchè esistono più verità.
    Ho tentato solo di bilanciare le posizioni.
    I militari hanno sempre il rischio di diventare estremisti e spesso crudeli.
    Ricordo, però. che dall’altra parte inviano anche ragazzi handicappati, donne e giovanissimi a morire in mezzo a civili..

  7. nicolino Says:

    Riccardo lascia perdere, Eliolibre vai a legerti il suo blog, dice di sentire le voci di Fidel Castro che gli dettano i commenti da scrivere. Pensa tu….
    La situazione medio orientale pero’ è un po’ piu’ complessa da come la descrivi. Tra i 1000 errori commessi dai palestinesi ci sono anche 1000 errori commessi dagli isrlaeliani; non ultimo l’ uso di stermio, della popolazione stremata palestinese. Forse sarebbe il caso che si diano una calmata e auitare un popolo allo stremo, specialmente nella striscia di Gaza. Vedrai che poi le cose cambierebbero.

  8. Perdonate, ma qui non stiamo parlando di errori storici israeiliani e palestinesi. Qui stiamo parlando di megliette dell’esercito israeliano, non di un gruppo di pazzi estremisti. L’esecito israeliano rappresenta la Stato di Israele.
    Non è un dettaglio.

  9. -Riccardo lascia perdere, Eliolibre vai a legerti il suo blog, dice di sentire le voci di Fidel Castro che gli dettano i commenti da scrivere. Pensa tu….-
    Nicolino, solo un cialtrone idiota può scrivere simili frasi. Sul mio blog scrivo il MIO pensiero, tra i quali anchè la convinzione cher Fidel Castro sia ben altro che il criminale che ci descrivono i media al servizio dei padroni e dei loro crimini. Ti assicuro che contarriamente a te che senti le voci del fascismo imperante, io non ho mai sentito le voci di chicchessia, sopratutto racconto fatti ai quali partecipo di persona vivendo spesso a Cuba. Il fatto che tu sia impregnato dal pensiero fascistoide dominante non ti autorizza a scrivere frasi simili che solo una persona imbevuta di odio ed ignoranza, miscela devastante che uccide l’intelligenza e la coscenza degli uomini, può pensare.
    Riccardo, non esistono pù verità , ne esiste solo una, quella che racconti pure tu: “Lo Stato di Israele è stato voluto dalla comunità internazionale”. Io ci ango che è sato IMPOSTO, contro la volntà, ovvia, dei paesi arabi. Propro questa scelta scellerata, che ha comportato la deportazione dei palestinesi, ha dato il via a tutto l’orrore che conosciamo, rafforzato dalla tesi israeliana di attaccare per evitare di essere attacati, tanto che oltre a quanto assegnatogli dalla comunità internazanale, si sono annessi quasi tutto il resto della Palestina. Questa tesi coe sai viene da lontano. da oltreoceno, luogo che ispira ttte le azioni di Israele ceh rappresenta senza ombra di dubbio il braccio armato degli USA nel Medioriente. Bush ha tradotto questa tesi nella teoria della guerra preventiva, anche questo con l’avvallo della cosidetta comunità internazionale, che guarda caso sostiene sempre le tesi dell’imperialismo criminale. Forse se si vuole uscire dal dramma in cui l’umanità si trova a vivere bisogna proprio cambiare le organizzazioni internazionali, a cominciare dall’ONU, e creare qualcosas di veramente autonomo ed indipendente dagli interessi dei potenti.

  10. Antonella Says:

    Maria faceva giustamente notare che la notizia riguardava un’agghiacciante moda tra i soldati israeliani.
    Per cui tirare in ballo l’angoscia della popolazione israeliana (che per inciso è nella sua maggioranza d’accordo con i massacri dei palestinesi, ad opera dei suoi preoccupatissimi governanti) è uguale a dire che i neonazisti italiani fanno bene a bastonare gli stranieri o chiunque si scosti dalla media del loro concetto di normalità, perché il senso di incertezza e la paura che serpeggia, al momento, nella società italiana produce il bisogno di fare piazza pulita di chi non somiglia ai modelli fisici e omportamentali diariani.

  11. Antonella Says:

    Sorry… mi è partito involontariamente il messaggio.

    Quanto allo stato di Israele, mi spiace contraddire Riccardo, ma l’idea di una sua fondazione non nasce dopo la Shoah, ma già alla fine dell’800. Vorrei accennare anche al fatto che, seppure se ne parli pochissimo, uno dei tanti rivoli afferenti al progetto sionista optò per una violenza inaudita, di tipo terroristico, con l’idea di togliersi di mezzo le popolazioni che, in vario modo, insistevano sul territorio prescelto per la fondazione dello stato di Israele.

    Infine Cuba: che palle che ancora si additi Fidel Castro come ad un tiranno. Cosa che succede solo nella provinciale Europa. La CNN in spagnolo che è la voce degli USA in America Latina, non si azzarderebbe mai a dare notizie da Cuba definendola dittatura. Sarebbe ora che la smettessimo con questa ipocrisia.

  12. Antonella Says:

    E chissà che non si muova qualche foglia, finalmente.

    _____________________________________________

    Membro del partito laburista olandese chiede sanzioni contro Israele
    Lunedì – 13 Aprile 2009 – 14:26
    AMSTERDAM, 13 APR. – “Israele dovrebbe essere sanzionato se rifiutasse il processo di pace in medioriente” lo ha detto Martin Van Dam, membro del partito laburista olandese il secondo partito maggior del paese, in un’intervista alla Radio Uno olandese. Secondo quanto riferisce la rete satellitare iraniana PressTv, Van Dam definendo il nuovo ministro degli esteri israeliano Avigdor Lieberman un’estremista ha affermato che con il nuovo esecutivo israeliano non ci sono più prospettivi per la pace in medioriente”. Van Dam criticando l’unione europea per aver messo il governo di Hamas nella lista nera delle organizzazioni terroristiche ha concluso: “Ue dovrebbe prendere passi concreti chiedendo a Israele di riconoscere Hamas come il suo interlocutore nei negoziati di pace”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: