L’Italia civile e antirazzista si indigna. Rifondazione organanizza un presidio davanti Montecitorio.

Rifondazione comunista organizza per mercoledì 13 maggio un presidio contro l’approvazione del pacchetto sicurezza dalle ore 11 alle ore 13 davanti piazza Montecitorio con all’interno una conferenza stampa volante sulle misure del ddl sicurezza che terrà il segretario Ferrero alle ore 12.

L’approvazione del “pacchetto sicurezza”, con il ricatto del voto di fiducia, segnerà infatti mercoledì 13 maggio come una giornata di vergogna per il governo e il parlamento di questo paese. Quale sicurezza porterà nelle città italiane l’introduzione del reato di clandestinità? A cosa serviranno le ronde, i divieti, il trattenimento per 6 mesi nei Cie, l’aumento del costo del permesso di soggiorno? A produrre invisibilità, precarietà, vulnerabilità, ad alimentare il razzismo come fattore utile ad aumentare il consenso elettorale.
Rifondazione Comunista ritiene che la vera sicurezza, sia quella fondata sull’inclusione sociale, sull’eguaglianza nell’accesso ai diritti, su condizioni di vita dignitose da garantire a tutte e a tutti. Rifondazione Comunista considera la presenza ormai stabile in Italia di persone provenienti da gran parte del mondo, come fattore di crescita sociale e culturale, come elemento di arricchimento continuo, come condizione essenziale per dare un presente ed un futuro a questo Paese e a questo Continente.
Rigettando tanto le pulsioni razziste di ogni singolo provvedimento nazionale o locale quanto l’orrenda pratica dei respingimenti in mare di chi ha il solo torto di chiedere asilo e accoglienza in Europa, diamo appuntamento a tutte le compagne e i compagni, il mondo dell’essociazionismo antirazzista e migrante, chi ha a cuore la tenuta democratica di questo Paese ad un presidio davanti a P.zza Montecitorio, dalle ore 11 alle ore 13 di mercoledi’ 13 maggio.
In piazza Montecitorio, alle ore 12 si terrà, come annunciato, anche una conferenza stampa a cui interverrà il segretario nazionale del Prc Paolo Ferrero.

La «pluralità è un valore», dice monsignor Mariano Crociata, segretario generale della Cei. Il giorno dopo le parole di Berlusconi sull’Italia multietnica, la Chiesa, che ha criticato duramente nei giorni scorsi la politica della fermezza con la quale il governo sta respingendo i barconi dei clandestini, interviene ancora. Per monsignor Crociata il dibattito sulle società multietniche è «superato » perché l’Italia «vive già e non da oggi una realtà di intercultura ». «La pluralità è un valore». Sull’immigrazione il contrasto tra la Chiesa e il governo è destinato a crescere ed è – già oggi – più profondo di quanto appaia. I toni vibrati vengono dalla Cei ma solo perché si tratta di una materia italiana e non perché la Santa Sede sia più accomodante. Essendo infine essa stessa multietnica, la Chiesa non farà mai sua – neanche per convenienza tattica – la deprecazione per la «società multietnica» che viene dalla destra.

8 Risposte to “L’Italia civile e antirazzista si indigna. Rifondazione organanizza un presidio davanti Montecitorio.”

  1. anna maria Says:

    si vede che è farina del tuo sacco. ma tu gli articoli come li leggi? Hai estrapolato le parti che ti interassano per far quadrare il tuo discorso? Dovresti riportare tutto l’articolo e non ritagliarlo come un puzzle. Ma che vuoi dire che il monsignore appoggia la vostra politica? RIporta l’articolo,tutto non fare disinformazione.

  2. Domani anche a Bologna ci sarà un Presidio contro il DDL sicurezza.
    http://www.dgtvonline.com riprenderà la manifestazione.
    Vorrei rispondere al commento di anna maria:questo non è un giornale,è ovvio che chi ha un blog di tendenza,usa le fonti come meglio crede…
    Perchè scandalizzarsi?

    Un caro saluto.

    Marcello De Giorgio.

  3. Il fatto comico è che nel Milan Paga Milioni di Euro al mese per avere la multietnia….
    ma sai loro sono calciatori e sono fortunati perchè sanno dare due calci al pallone…
    Ma anch’io darei volentieri due calci ma ad altre palle…
    Anna Maria prima di criticare un blog privato su cme usa le informazioni Guardati Fede e studio Aperto…

    E comunque tutte le notizie che ho ascoltato sui vari radio giornali parla di una CEI indignata per la legge sui clandestini e l’atteggiamento del governo sulla multietnia..

  4. Antonella Says:

    Vi confesso che la posizione della CEI mi lascia totalmente indifferente. Tanto per tranquillizzare i razzisti che passano dai blog di sinistra.
    Che lo dicano o meno i vescovi, la destra è composta da ciarpame elettorale e fonda i suoi successi sulla rozzezza e l’ignoranza. Sia degli eletti che degli elettori. Di questi tempi più greve e meschino sei, più solletichi gli appetiti delle persone misere.
    E mi pare che il primo intervento la dica lunga in questo senso.

    Un ventennio c’è voluto perchè in Italia ci fosse un moto di indignazione contro il razzismo e le prepotenze delle camicie nere.
    Ne passeranno quaranta prima che la gente ritorni ad avere un minimo di capacità di valutazione. Sulla realtà e non sulle facili telenovele che passa il sultano.
    Questi darebbero il voto a Bossi ed a Berlusconi anche se fossero pedofili. Il rancore ottuso verso chi non può che mettersi su una barca e sperare in un’esistenza più umana, cari compagni, è capace di passare anche sui delitti più orrendi.

    Scusate il pessimismo, ma al momento l’Italia non da prova di avere una maggioranza di gente migliore.

  5. Cara Anna Maria rispondo velocissimamente perchè leggo solo ora il tuo commento e non posso soffermarmi purtroppo perchè vado di fretta, ma ci tengo a dirti di leggiteli tu per bene gli articoli e soprattutto leggiti per bene quello che dice la CEI riguardo la multietnicità che riguarda l’essenza stessa della Chiesa.
    Non ho riportato per intero tutto l’intervento di monsignor Crociata perchè non è interessante in questo contesto risportalo. Ma ti garantisco che è perfettamente in linea con la “nostra” politica come la definisci tu. L’esclusiva dell’antirazzismo non ce l’ha nessuno, se permetti. E se permetti ho studiato la Dottrina Sociale della Chiesa e so ciò che contiene e a me che uso strumentalmente gli interventi della Chiesa non me lo dici.
    Mi sono spiegata?
    Ciao.

  6. Anna Maria, classico esempio di di una tipologia molta diffusa di credenti. Credenti e servi dell’arroganza del potere…. Povero Cristo, quanto lo fate incazzare!!!!!! Leggendo certe cose non posso che sentirmi sempre più agnostico….

  7. anna maria mangia Says:

    Elio libre, sei sicuro di quello che dici? Povero Cristo, quanto lo fate incazzare voi. Continua pure nel tuo agnosticismo. Ognuno ha i suoi tempi.

  8. Annamaria Mangia, ho tutto il tempo per pensare quello che voglio, e sopratutto di farmi i c…i miei. O pensate ancora di spaventarci con le vostre crociate? Il Medio Evo è finito da tempo, anche se qualcuno vorrebbe farlo tornare….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: